Benefici e vicissitudini di un farmaco alternativo

Berty.

Ho 42 anni e sono arrivato in Italia a 14 anni, nel 1984. Sono carpentiere navale e costruttore edile. L’epilessia mi è stata diagnosticata per la prima volta qui in Italia. Prima avevo avuto già crisi ma senza una diagnosi specifica. I medici mi hanno subito prescritto il Tegratol 200 mg, una pastiglia la mattina ed una la sera, dicendomi che avrei dovuto prenderle per tutta la vita. Nel 2010 mi hanno prescritto il Depakin da 300 mg la mattina e da 500 mg la sera. Gli effetti collaterali di questi farmaci sono la perdita di appetito, nausea e insonnia. Non potevo più fare sport e nemmeno le immersioni, che adoravo, per paura di avere una crisi. Queste medicine infatti non guariscono dall’epilessia, ma ti aiutano a conviverci. Infatti, nonostante abbia sempre seguito la terapia, nel corso del tempo ho avuto sempre almeno una o due crisi annuali. Credo di aver compreso che queste crisi intervengono a prescindere dalla terapia farmacologica che assumo e credo per colpa del mio stato psicologico: io soffro di ansia, come conseguenza dell’epilessia. E’ un po’ un circolo vizioso. Io soffro di crisi epilettiche leggere e ormai mezzora prima della crisi riesco a capire che sta per arrivare, altre volte invece mi sembra di sentire i sintomi e poi la crisi non arriva, ed è proprio quest’incertezza che mi causa gli stati di ansia. Ho sempre fumato canapa, anche prima di venire in Italia, ma sono solo 5, 6 anni che ho capito di poter ottenere dei benefici assumendola. Ad esempio nel 2003-2004 e 2005 ho passato un periodo durante il quale prendevo il Tegradol per un mese su un anno, nel frattempo però, assumevo costantemente canapa, fumando quotidianamente circa 4 5 spinelli. In quel periodo non ho avuto crisi e pensare che ero sotto stress perché mi stavo separando con due figli piccoli. Posso dire che la canapa mi aiuta a diminuire l’utilizzo di altri farmaci. Attualmente per esempio prendo il Depakin da 300 mg la mattina e non prendo quello da 500 mg la sera. Ovviamente questo perchè al momento posso disporre di canapa di buona qualità e quando la finirò comincerò di nuovo con il Depakin anche la sera. Ormai con la mia esperienza mi basta un assaggio per capire se il tipo d’erba che ho di fronte fa al caso mio oppure no, ma chi non ha la mia esperienza come può fare? Sono un po’ preoccupato rispetto al rapporto degli altri malati con la canapa, nel senso che, visto che so che ogni qualità ha effetti differenti su differenti persone anche con le stesse patologie, perché l’effetto è molto soggettivo, credo che sarebbe molto utile che uno specialista, un medico, potesse consigliarmi sulla qualità più indicata per ogni singolo caso. Adesso accedo alla canapa attraverso amici che la coltivano, la qualità è buona e mi aiuta a trovare un equilibrio con i farmaci, io non mi azzardo a coltivare, nonostante possegga 3 ettari di terreno, perché, avendo 3 figli, ho paura di comprometterli. D’altra parte, sono anche certo che una volta la legge cambiasse, comincerei subito a coltivarmela. 

  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − otto =

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Policy

Cosa sono i cookies?

I cookies sono file di testo di piccole dimensioni che possono venire scambiati con il browser quando un utente visita un determinato sito internet. I cookies consentono a un sito di riconoscere un particolare dispositivo (computer, tablet, telefono cellulare o altro dispositivo mobile) o browser.

 

Quanti tipi di cookies esistono?

Esistono diversi tipi di cookie:

 

Come utilizza i cookies Canapamedica.it?

Canapamedica.it utilizza i cookies per rendere l’uso del sito più semplice e per meglio adattare l’esperienza di navigazione agli interessi ed ai bisogni di ogni singolo utente. I cookies possono venire usati per velocizzare le attività degli utenti su Canapamedica.it, come ad esempio l’accesso alla propria area riservata o la visualizzazione delle ultime pagine consultate. Inoltre i cookies possono essere utilizzati per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di calcolare le visite al sito, per capire come gli utenti usano Canapamedica.it e per aiutarci a migliorarne la struttura, i contenuti e la navigabilità.
Attraverso i cookies non è comunque possibile identificare personalmente un utente di Canapamedica.it.

Canapamedica.it utilizza cookies di sessione, cookies permanenti e cookies di terze parti.
I cookies di sessione che scadono nel momento in cui viene chiuso il browser, vengono utilizzati principalmente per proporre all’utente gli ultimi annunci consultati.

I cookies permanenti servono per consentire all’utente di memorizzare i dati di accesso alla propria area riservata e non dovere effettuare il log-in ogni volta che si visita Canapamedica.it.

Alcuni cookies di terze parti sono utilizzati per calcolare le statistiche degli accessi e della navigazione su Canapamedica.it (ad esempio il numero dei visitatori giornalieri, il numero delle pagine viste, la durata di tali visite ecc…).
Tali cookies sono messi a disposizione e gestiti da Google Inc. tramite il servizio Google Analytics che utilizza dei cookies che vengono depositati sul computer dell’utente allo scopo di consentire a Canapamedica.it di analizzare come gli utenti navigano all’interno del sito.
Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo di Canapamedica.it da parte dell’utente verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo dei Sito Web da parte dell’utente, compilare report anonimi sulle attività dei visitatori all’interno di Canapamedica.it.

Facendo uso di Canapamedica.it, si acconsente al suo utilizzo dei cookies in conformità con la presente Cookie Policy.
Coloro che non volessero l’utilizzo dei cookies da parte di Canapamedica.it potranno cancellarli semplicemente andando nelle impostazioni privacy del proprio browser di navigazione e selezionando l’opzione di eliminazione dei cookies.

La scelta di disabilitare i cookie che impieghiamo, potrebbe influenzare l’esperienza dell’utente mentre si trova su Canapamedica.it e potrebbe limitare l’utilizzo di alcune funzionalità.

Chiudi