Benefici e vicissitudini di un farmaco alternativo

D.V.

D. V. è nata nel 1951 e vive a Rimini. Suo figlio racconta la sua storia:

Mia mamma soffre di glaucoma da 5 anni, l’esordio è stato traumatico: ha iniziato a vedere appannato, sfuocato e a soffrire dolori acuti all’occhio destro. A causa di questo dolore ha eseguito d’urgenza una visita oculistica dove le veniva diagnosticato un glaucoma ad angolo chiuso. Dopo 3 giorni veniva trasferita d’urgenza al reparto oculistica dell’ospedale Ceccarini di Riccione dove veniva operata con il laser con lo scopo di ridurre la pressione intraoculare. L’operazione ebbe esito positivo e permise di ripristinare la pressione intraoculare fisiologica ma, non essendo risolutiva, si doveva abbinare a vita a dei colliri: il Cosopt a base di pilocarpina per 4 volte al giorno, con lo scopo di rilassare il muscolo cigliato e prevenire quindi l’innalzamento della pressione intraoculare ed un secondo collirio, due volte al giorno per detergere e come coadiuvante del primo.

Il Cosopt causava all’occhio un effetto di forte bruciore, il dolore era totale per i primi 15- 20 minuti e il problema era che nel caso, per colpa del dolore, ne avesse interrotto la somministrazione, esisteva un serio rischio di compromissione della vista in quanto la pressione intraoculare sarebbe salita velocemente.

Mia mamma comunque, nonostante le suddette difficoltà, riesce a seguire tali terapie per la durata di 1 anno e mezzo.
Circa 3 anni fa, vedendo la sua sofferenza, m’informo per cercare qualche terapia alternativa sino a scoprire su Pubmed una ricerca sul glaucoma e le sue interazioni con i cannabinoidi ed in particolare con il THC. Conoscendo la mentalità di mia madre sapevo che non avrebbe mai avvallato una cura a base di cannabis ed allora ho pensato di provare a fargliela assumere sotto forma di alimento o di tisana.

Da quel momento ad oggi lei assume un solo ciclo quotidiano di pilocarpina, invece di 4 somministrazioni, coadiuvato da 0,2- 0,4 grammi di infiorescenze di canapa di tipo sativa (che nel tempo mi è sembrata più adatta alle sue esigenze) sotto forma di biscotti o thé, la pressione intraoculare è stabile e non si prevedono ulteriori interventi chirurgici. Il paradosso è che la canapa oltre ad aver giovato sulla pressione intraoculare, e quindi permesso di scalare il fastidioso collirio a base di pilocarpina, ha anche aiutato mia madre a sospendere il barbiturico che prendeva per il sonno e il Citalopram 40 mg in gocce (benzodiazepine) contro la depressione, che prima prendeva 3 volte al giorno e adesso solo una volta.

Sia lei che gli oculisti che la seguono al momento sono all’oscuro di questa svolta terapeutica, lei perché la conosco ed i medici perché a causa della loro forma mentis e a causa della loro formazione e preparazione medica, credo non siano pronti a riconoscere quest’evidenza.

Per procurarmi la canapa ricorro al mercato nero, ma quando posso prediligo nettamente l’auto produzione.

  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− cinque = 3

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Policy

Cosa sono i cookies?

I cookies sono file di testo di piccole dimensioni che possono venire scambiati con il browser quando un utente visita un determinato sito internet. I cookies consentono a un sito di riconoscere un particolare dispositivo (computer, tablet, telefono cellulare o altro dispositivo mobile) o browser.

 

Quanti tipi di cookies esistono?

Esistono diversi tipi di cookie:

 

Come utilizza i cookies Canapamedica.it?

Canapamedica.it utilizza i cookies per rendere l’uso del sito più semplice e per meglio adattare l’esperienza di navigazione agli interessi ed ai bisogni di ogni singolo utente. I cookies possono venire usati per velocizzare le attività degli utenti su Canapamedica.it, come ad esempio l’accesso alla propria area riservata o la visualizzazione delle ultime pagine consultate. Inoltre i cookies possono essere utilizzati per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di calcolare le visite al sito, per capire come gli utenti usano Canapamedica.it e per aiutarci a migliorarne la struttura, i contenuti e la navigabilità.
Attraverso i cookies non è comunque possibile identificare personalmente un utente di Canapamedica.it.

Canapamedica.it utilizza cookies di sessione, cookies permanenti e cookies di terze parti.
I cookies di sessione che scadono nel momento in cui viene chiuso il browser, vengono utilizzati principalmente per proporre all’utente gli ultimi annunci consultati.

I cookies permanenti servono per consentire all’utente di memorizzare i dati di accesso alla propria area riservata e non dovere effettuare il log-in ogni volta che si visita Canapamedica.it.

Alcuni cookies di terze parti sono utilizzati per calcolare le statistiche degli accessi e della navigazione su Canapamedica.it (ad esempio il numero dei visitatori giornalieri, il numero delle pagine viste, la durata di tali visite ecc…).
Tali cookies sono messi a disposizione e gestiti da Google Inc. tramite il servizio Google Analytics che utilizza dei cookies che vengono depositati sul computer dell’utente allo scopo di consentire a Canapamedica.it di analizzare come gli utenti navigano all’interno del sito.
Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo di Canapamedica.it da parte dell’utente verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo dei Sito Web da parte dell’utente, compilare report anonimi sulle attività dei visitatori all’interno di Canapamedica.it.

Facendo uso di Canapamedica.it, si acconsente al suo utilizzo dei cookies in conformità con la presente Cookie Policy.
Coloro che non volessero l’utilizzo dei cookies da parte di Canapamedica.it potranno cancellarli semplicemente andando nelle impostazioni privacy del proprio browser di navigazione e selezionando l’opzione di eliminazione dei cookies.

La scelta di disabilitare i cookie che impieghiamo, potrebbe influenzare l’esperienza dell’utente mentre si trova su Canapamedica.it e potrebbe limitare l’utilizzo di alcune funzionalità.

Chiudi