Benefici e vicissitudini di un farmaco alternativo

Preparazione olio di cannabis con etanolo. A cura di Luigi Romano

Estrazione con etanolo

Il processo estrattivo con etanolo (EtOH) ovvero alcol etilico comunemente reperibile come alcol alimentare al 95-96% produce un estratto molto concentrato che contiene cannabinoidi, terpeni e qualche flavonoide. Quindi un’estrazione totale dei principi attivi presenti nella Cannabis.

Considerando che la media della RESA DI ESTRAZIONE È DEL 20%, da 10 g di Cannabis si possono ottenere 2 g di Cannabis Oil.

Il procedimento è molto semplice e non bisogna essere dei chimici per effettuarlo, bisogna però, essere molto attenti nel NON USARE FIAMME LIBERE.

Il processo di concentrazione dell’estratto richiede l’evaporazione del solvente, dell’EtOH, quindi un processo di riscaldamento dell’estratto.

Dato che l’ EtOH, così come i suoi fumi, è infiammabile il processo di evaporazione del solvente deve essere effettuato in un AMBIENTE BEN AREATO su di una comunissima PIASTRA ELETTRICA (o da cucina o quelle per caffé americano) meglio se con settaggi per la temperatura e per il tempo.

Materiali:

– Cannabis di buona qualità (la qualità della vostra Cannabis influisce, ovviamente, sulla qualità del vostro estratto finale).

  – Etanolo alimentare 95-96% (reperibile in un qualsiasi negozio per liquori o supermercato).

– Barattoli di vetro o in ceramica

 – Carta filtrante, filtri per caffé americano o un qualsiasi materiale inerte (fazzoletti di cotone) per rimuovere il materiale vegetale dal vostro estratto.

– Piastra elettrica

Procedimento:

Possiamo utilizzare 5 g di Cannabis e 200 ml di EtOH per effettuare 2 estrazioni (il volume di solvente può essere variato in base alle esigenze).

Dopo successive esperienze consiglio di effettuare le fasi di estrazione in freezer utilizzando anche Cannabis ed EtOH conservati separatamente, ma entrambi in freezer.

Tritare la Cannabis (“a dita” o con grinder, anche se io preferisco “a dita”) e quindi conservarla in freezer per una notte.

In un contenitore a parte riporre in freezer il volume di EtOH che si intende utilizzare.

Il giorno dopo possiamo procedere con l’estrazione.

1° estrazione: 5 g di Cannabis con 100 ml di EtOH, possibilmente in freezer e in agitazione per 30 minuti. Ottenuto il primo estratto filtrare il liquido con carta filtro o un tovagliolo di cotone. Conservare l’estratto in freezer e recuperare la Cannabis per la seconda estrazione.

2° estrazione: 5 g di Cannabis con 100 ml di EtOH in freezer e in agitazione per 30 minuti. Ottenuto il secondo estratto filtrare il liquido con carta filtro o un tovagliolo di cotone.

Combinare il 1°estratto con il 2° estratto, riporli in freezer e prepararsi per la fase di evaporazione dell’ EtOH

Per la fase di evaporazione, ricordando che l’EtOH ha un punto di ebollizione di ~78°C, si possono utilizzare diverse strategie.

Porre il contenitore con l’estratto totale a bagno maria (~98°C) in un ambiente ben areato (o all’aperto) utilizzando la piastra elettrica come fonte di calore. Avendo a disposizione un dispositivo per il controllo della temperatura si può optare per una evaporazione più lenta per esempio a  50°/60°C.

Volendo recuperare un pò di EtOH ci si può divertire con un semplice sistema di raccolta e condensa dei vapori.

Man mano che l’EtOH evapora si inizierà a notare l’estratto concentrato molto viscoso e appiccicoso.

Se la procedura è stata effettuata correttamente il peso dell’estratto dovrebbe rispettare le proporzioni sopra menzionate.

Il concentrato si presenta ambrato-scuro quasi petrolio, dall’odore e sapore molto intensi.

Raccogliere l’estratto e conservarlo in siringhe o capsule commestibili (per facilità di uso) e riporle in un contenitore al buio o avvolte da carta stagnola, ecc in frigo 4°/6°C.

Consigli per l’uso

Il Cannabis Oil ottenuto con solvente, nel nostro caso EtOH, è un estratto molto concentrato di cui se ne consiglia l’uso in patologie gravi quali sclerosi multipla, SLA, cancro, terapia del dolore, ecc..

Per esempio, nel caso di pazienti oncologici la posologia indicata è di 1 g di Cannabis Oil al giorno sublinguale o orale.

Ovviamente prima di poter raggiungere la dose di 1 g al giorno il paziente deve “costruire” la sua tolleranza in quanto, anche se un consumatore/fumatore esperto e navigato, tali concentrazioni di cannabinoidi potrebbero mettere in difficoltà anche persone del genere.

Si consiglia di iniziare con basso dosaggio e man mano incrementarlo.

Volendo lo si può anche diluire in olio d’oliva o conservarlo con un pò di EtOH residuo, tipo di tintura alcolica.

 

  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

6 comments

  1. Davide /

    È possibile diluire l’olio ottenuto con della glicerina per usarlo con le sigarette elettroniche?

    • canapame /

      Buongiorno Davide,
      francamente non credo proprio.

      Un caro saluto

      Fabrizio

  2. mario /

    Ho letto su altre guide di non superare il minuto in immersione nell’alcool,qui si parla di 30+30 minuti…è corretto?

  3. ciao,volevo sapere quanto tempo deve stare immerso nel alcool ,poi va messo in frizzer prima di unire i due composti,,ho va messo in frizzer dopo averlo filtrato?

    • canapame /

      Buongiorno,
      l’alcol e il materiale vanno messi in freezer separatamente, poi rapidamente frullati e filtrati. Se li unisci prima non ha senso congelarli.
      Comunque a questo link trovi a pagina 8 di Soft Secret numero 3 del 2015 tutte le info che cerchi: http://media.cannabis.info/uploads/issues/softsecrets/420.pdf

    • canapame /

      Olio di Rick Simpson ( da considerare che le tempistiche dipendono dalla quantità di material usato)

      1) Mettere la parte vegetale in forno a 100 gradi per 15 minuti
      2) 24 ore di macerazione nell’alcol
      3) Filtrare
      4) Evaporare a bagno maria per 40 minuti/ 60 minuti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− due = 0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookies Policy

Cosa sono i cookies?

I cookies sono file di testo di piccole dimensioni che possono venire scambiati con il browser quando un utente visita un determinato sito internet. I cookies consentono a un sito di riconoscere un particolare dispositivo (computer, tablet, telefono cellulare o altro dispositivo mobile) o browser.

 

Quanti tipi di cookies esistono?

Esistono diversi tipi di cookie:

 

Come utilizza i cookies Canapamedica.it?

Canapamedica.it utilizza i cookies per rendere l’uso del sito più semplice e per meglio adattare l’esperienza di navigazione agli interessi ed ai bisogni di ogni singolo utente. I cookies possono venire usati per velocizzare le attività degli utenti su Canapamedica.it, come ad esempio l’accesso alla propria area riservata o la visualizzazione delle ultime pagine consultate. Inoltre i cookies possono essere utilizzati per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di calcolare le visite al sito, per capire come gli utenti usano Canapamedica.it e per aiutarci a migliorarne la struttura, i contenuti e la navigabilità.
Attraverso i cookies non è comunque possibile identificare personalmente un utente di Canapamedica.it.

Canapamedica.it utilizza cookies di sessione, cookies permanenti e cookies di terze parti.
I cookies di sessione che scadono nel momento in cui viene chiuso il browser, vengono utilizzati principalmente per proporre all’utente gli ultimi annunci consultati.

I cookies permanenti servono per consentire all’utente di memorizzare i dati di accesso alla propria area riservata e non dovere effettuare il log-in ogni volta che si visita Canapamedica.it.

Alcuni cookies di terze parti sono utilizzati per calcolare le statistiche degli accessi e della navigazione su Canapamedica.it (ad esempio il numero dei visitatori giornalieri, il numero delle pagine viste, la durata di tali visite ecc…).
Tali cookies sono messi a disposizione e gestiti da Google Inc. tramite il servizio Google Analytics che utilizza dei cookies che vengono depositati sul computer dell’utente allo scopo di consentire a Canapamedica.it di analizzare come gli utenti navigano all’interno del sito.
Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo di Canapamedica.it da parte dell’utente verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo dei Sito Web da parte dell’utente, compilare report anonimi sulle attività dei visitatori all’interno di Canapamedica.it.

Facendo uso di Canapamedica.it, si acconsente al suo utilizzo dei cookies in conformità con la presente Cookie Policy.
Coloro che non volessero l’utilizzo dei cookies da parte di Canapamedica.it potranno cancellarli semplicemente andando nelle impostazioni privacy del proprio browser di navigazione e selezionando l’opzione di eliminazione dei cookies.

La scelta di disabilitare i cookie che impieghiamo, potrebbe influenzare l’esperienza dell’utente mentre si trova su Canapamedica.it e potrebbe limitare l’utilizzo di alcune funzionalità.

Chiudi